Dando i numeri sul Quirinale

***di Massimo Marnetto, 21 gennaio 2022

La mia previsione per il Quirinale dipende dai numeri del Covid. Se si oltrepassano i 100 mila contagiati e tutti i capi di partito glielo chiedono, Mattarella rimane. Senza neanche perdere la faccia dopo i suoi reiterati congedi, perché la crisi pandemica sarebbe così straordinaria, da azzerare ogni proponimento personale e imporre una ”proroga di emergenza” dello status quo. Con Mattarella e Draghi fermi ai comandi, in piena bufera.

Se invece i numeri scendono, al Quirinale andrà una figura secondaria, con l’aggravante di non essere Draghi. Il Premier rassegnerà le dimissioni e si faticherà a convincerlo a ritornare in sella solo fino alle elezioni. Chi viene fermato verso il traguardo quirinalizio che vedeva ormai vicino, poi cade nella ”sindrome di Prodi”: il candidato prestigioso e deluso prende il voto di castità nei confronti del potere, che continua a commentare, ma da esperto di clausura.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: