Chi si incolla la cassapanca

C’è un gigante e c’è un mingherlino. Davanti al loro, una cassapanca e un valigetta. Sarebbe normale pensare che il primo si occupi dell’oggetto più pesante. E invece no: lascia al gracile la fatica immane di tirarsi dietro la cassapanca. Ecco, dal punto di vista fiscale, la situazione è identica. I grandi miliardari hanno tasse leggere, mentre pensionati e lavoratori dipendenti ne sono schiacciati . Ricchi malfattori? Non sempre. Anzi, più si sale nelle classifiche dei miliardari, più l’aggiramento del fisco è legale. 

La svolta sarebbe tassare il patrimonio. E’ quello che ha pensato Sinistra Italiana, presentando una proposta di legge di iniziativa popolare per rivedere le imposte applicate al patrimonio, in modo da renderle fortemente progressive. Del nuovo sistema ne beneficerebbero i meno abbienti e la classe media, mentre i possessori di grandi patrimoni dovrebbero pagare di più. Parliamo dei 400 mila milionari, ovvero l’1% di connazionali che ha beni pari almeno a un milione (fonte: BCG). Io firmerò, perché è giusto. E perché mi sono stufato di incollarmi le cassapanche per loro.

Articoli recenti:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: