Chi è il filosofo per me?

***di Giovanni Lamagna, 27 luglio 2021 – Più ci penso, più leggo cose su di lui, e più si rafforza in me la considerazione che Socrate sia il prototipo del vero filosofo.

Ovverossia un “uomo comune” tra uomini comuni, che parla (o, meglio, dialoga) con tutti quelli che incontra e non solo (anzi non tanto) con gli accademici.

E in genere non a partire dai massimi sistemi, ma molto spesso da questioni minime e, però, concrete, inerenti la vita di tutti i giorni.

Per arrivare poi, gradualmente e solo attraverso ragionamenti progressivi, a formulazioni di carattere generale.

Mosso dall’odio verso i luoghi comuni, dell’opinione prevalente (doxa), del pensiero comodo, tranquillizzante e, perciò, banale.

Spinto, invece, dallo speculare amore per la Sapienza, la cui ricerca è fatica, sforzo, cammino sempre in salita.

Sapienza, ritenuta il Bene supremo: più importante delle ricchezze, della fama, del potere.

Ecco chi è il filosofo per me: è Socrate e chiunque gli assomigli o a lui si ispiri.

Articoli recenti:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: