gtag('config', 'UA-169638278-1');

Votiamo d’altro

Uno scontro tanto acceso quanto fuorviante Alla vigilia del voto sul taglio dei parlamentari, lo scontro tra sostenitori del SI e del NO nei giornali e in televisione ma soprattutto sui social risulta tanto acceso quanto fuorviante. Chiaro che la motivazione del risparmio è ridicola ma il taglio non salva né offende la Costituzione, violentataContinua a leggere “Votiamo d’altro”

Accordo di Abramo, nuovo ordine mediorientale di Trump e micro Palestina

***da Remocontro, 16 settembre 2020 – A Washington, la «pax americana», l’Accordo di Abramo, che normalizza le relazioni tra Israele, Emirati e Bahrain creando un inedito fronte Israelo sunnita anti-Iran. I palestinesi restano prigionieri di fatto di quello che resta della loro terra, mentre Tel Aviv difenderà i paesi del Golfo dall’Iran.Il destino «saudita» diContinua a leggere “Accordo di Abramo, nuovo ordine mediorientale di Trump e micro Palestina”

Rifugiati ‘che ci invadono’, da dove e perché scappano. 37 milioni in fuga dalle guerre Usa

***da Remocontro, 10 settembre 2020 Rapporto della Brown University Usa: dal 2001 al 2019 ‘sfollamento forzato’ da 8 paesi, dall’Iraq alla Siria, fino all’Afghanistan. Allargando all’Africa, si toccano i 59 milioni: la popolazione italiana. Effetti duraturi: frammentazione della società, impoverimento, radicalizzazione e fame. Rifugiati che arrivano senza perché alla fuga  «I rifugiati che ogni giornoContinua a leggere “Rifugiati ‘che ci invadono’, da dove e perché scappano. 37 milioni in fuga dalle guerre Usa”

Sì, faremo ma non ora

***di Massimo Marnetto, 31 agosto 2020 – Trombe d’aria, grandine estiva, straripamento dei fiumi sono a disposizione non dei negazionisti ambientali del “me ne frego”, ma dei “rimandisti”. Quelli che ” sì, dovremo fare qualcosa, ma non ora”. Adesso anche questi temporeggiatori – i più pericolosi perché depotenziano scelte ecologiche senza contrastarle –  iniziano aContinua a leggere “Sì, faremo ma non ora”

Sì o No? Il taglio dell’asino

Dopo quella di Zagrebelsky , l’opinione di Roberto Zaccaria, costituzionalista di lunga esperienza parlamentare, mi sembra convincente, anche se non abbastanza per condividerne l’orientamento sul voto. In sintesi, più che al taglio/non taglio di senatori e deputati, dovremmo dare importanza ad una buona legge elettorale oltre che a modifiche costituzionali e regolamentari, da tempo individuate,Continua a leggere “Sì o No? Il taglio dell’asino”