Vaccini

(epigramma) Per aspera ad ASTRA dicevan gli antichi a me che bambino studiavo latino, un verso cretino secondo la Scienza che ha già elaborato la formula odierna: per aspera solo ad MODERNA 30 giugno 2021

L’affabulazione

Scivola la tua lingua innamorata/sulle belle parole
che amabilmente chiudi in un sorriso.
Vieni, saluti e vinci.
Seduci, non convinci.
Reale è razionale o viceversa.
Pietà per i miei sensi
travolti e consumati da apparenze
che mi dai per realtà.
Altro non ho che questi miei fantasmi
di parole e di sguardi
a dare un senso
alla tua fantomatica esistenza.

Deus sive Natura

La sapienza del mondo ho respirato e l’ignoranza chiama i miei sospiri. La bellezza del mondo ho contemplato e la menzogna con i suoi deliri. La ricchezza degli altri ho consumato, l’ingegno offerto purché lo si ammiri. Quello che ha ricevuto ognuno ha dato e ognuno sceglie secondo che attiri. Dio, o Natura, non vedeContinua a leggere “Deus sive Natura”

Il sol dell’avvenire

In attesa dell’alba hai consumato il tempo dato per vedere il sole, ma il sole è ormai già in alto su nel cielo, e scende alle tue spalle dietro il monte mentre il tuo sguardo è fisso a un orizzonte di nuvole scomposte e passeggere. Mirare in alto richiede coraggio, ma non guardare è tutt’altroContinua a leggere “Il sol dell’avvenire”