Quanto pesa una farfalla? (videopoesia 00:25″ )

Lieve danzava in volo la farfalla sorridendo dall’alto alla formica, ora che è morta pesa sulla spalla di chi campa soltanto di fatica: “Cara mia dolce farfallina gialla, ma quanto pesi, Dio ti benedica!”

Vacanza

Tempo felice è quello che non ha più dei vuoti da riempire in attesa del nulla e il nulla è dato già come sovrano e più felice se nel solo incanto dell’ora attuale trova compimento. Come il silenzio di una bella donna che ti guarda e sorride e piano piano ti accarezza la mano. ***AbbadiaContinua a leggere “Vacanza”

Mistero eloquente

Cerco nel bianco e nero della mia memoria il senso di una storia e di una vita, la sequenza infinita delle occasioni avute e di quelle afferrate, godute e poi svanite nell’eloquenza muta del mistero, dove tutte le vite, vissute e poi smarrite, conversano tra loro nel pensiero.   ***15 luglio 2019

Social, non social

Piace e offende il buon selvaggio che addenta la mela ostentando il suo rutto di piacere. Piace e offende come il tornare indietro alle maniere di un branco non ancora società. Madama Civiltà, che insegnava a sbucciare le parole come la frutta ormai tace e si arrende. Anche la scuola non ci fa più caso.Continua a leggere “Social, non social”

Sine Cura

Alla premiata ditta del piacere, che di curare i sensi si compiace, prima che giunga la stimata pace farei ancora domanda di godere quel tanto che prevede la natura quando la vita è ormai una sinecura.   luglio 2019

T.I.N.A.*

Profumati d’incenso come quei vecchi canti in processione inni salgono al cielo del libero mercato, invocano perdono per l’offesa. Non sanno i miscredenti che “non c’è alternativa”.   *There Is No Alternative, altre mie poesie cliccando su http://www.nandocan.info 21 giugno 2019

Prologo

Amo il silenzio delle mie parole nell’incanto notturno del pensiero che si affaccia dal sogno e componendo va la musica dei versi fino al ritorno di una voce amica che dica il quando e il come della mente. A lei dono quei versi e a chi li ascolta.   ***12 giugno 2019   (Nella foto un particolareContinua a leggere “Prologo”

Nelle cose

La mia ragione che non è la tua che non è quella di quel mondo infame dove si danno per scontate cose che non lo sono e se lo sono, dite, fino a quando? Anche cambiare il mondo è nelle cose. ***7 giugno 2019

Schianta la Storia

Schianta la Storia e cade, come il ramo da un tronco antico rotto alle tempeste, monumento del bosco che più amo. All’ombra sua fiorivano le feste e alla musica dolce dei fringuelli ignare danze lieti ballavamo. Eppure di quel tronco sapevamo che  a quel suono marciavano gli insetti divorandone il legno piano piano. Ora cheContinua a leggere “Schianta la Storia”

Praterie della mente*

Praterie della mente in cui mi inoltro a stento più spesso divagando per sentieri già noti, cala la nebbia e il mio cavallo è stanco ma fiuta il vento verso l’orizzonte dove selvaggi altri cavalli sgroppano felici. ***26 maggio 2019 *Altre mie poesie su nandocan magazine 2

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti