Frattura costale

Debole Adamo respirando appena/ cercava l’aria dalla costa rotta*/ quando vide la donna così ghiotta/ del frutto che annunciava la sua pena/ che volle poi gustarne alla sua volta/ ponendo fine ad una vita amena./Così dovrà dar prova di pazienza/chi vuol “seguir virtute e canoscenza”/perché se non sopporta l’ignoranza/sarà pregato di cambiare stanza. *30 agostoContinua a leggere “Frattura costale”

Italia mia benché*

Un popolo di santi? Figurarsi. Poeti sì, fra tanti analfabeti. Eroi di che? Comunque può darsi, più rivolti al presente che profeti. Artisti sì, dell’arte di arrangiarsi, pensatori davanti alla schedina, gli scienziati non più di una ventina, di un genio è sempre meglio non fidarsi. Navigatori nell’acqua e nel vino dal gran Colombo alContinua a leggere “Italia mia benché*”

Noè 2020

Rannuvolato in volto taceva il cielo sulle nostre ubbie per questioncelle vane e dispettose piccole o grandi cose che stentavamo ancora a dipanare, quando dall’alto prese a brontolare prima in sordina, poi sempre più forte: nessuno giochi in borsa con la morte , per la vita si chiudano le porte. Tuonava il cielo sulle nostreContinua a leggere “Noè 2020”

Superspot (1:02)

(video-filastrocca sull’invadenza crescente della pubblicità) * Una video-filastrocca che con un po’ di ironia commenta l’invadenza crescente della pubblicità nella nostra vita quotidiana e del consumismo che ne consegue, implacabile anche in tempi di pandemia. Con un accenno al finale di un noto film di Federico Fellini, che del contrasto a questa invadenza nei filmContinua a leggere “Superspot (1:02)”