gtag('config', 'UA-169638278-1');

Non era pandemia

Non era pandemia quella di allora
che giocavamo nelle strade vuote
chinati sull’asfalto per un’ora
a disegnare fantasie remote
di gare in bicicletta coi “tappini”…

Il nuovo non è sempre una chimera

(epigramma) Per anni hai camminatosenza guardarti intornoe forse c’eraquel che non hai trovato,temevi la sorpresa e l’hai evitato.Il nuovo non è sempreuna chimera.Vivi se non ti chiedidove mettere i piedi.12 settembre 2020

Ozio balneare

Un’aria grevedi vani sudoridissolve Agosto.Sonnecchia la menteaffaticatadai tanti languoridi un grassofar niente. Giannella, 25 agosto 2020

Stupro

Pallidi frutti maturati all’ombradella nostra impazienzanon hanno più profumo né colore.Come una donna presa senza amorela terra maledice chi le rubai segreti dal senoe un sole ansioso brucerà il terreno.Non più i padroni, solo il dio denarocon i suoi sacerdoti e nuovi schiavia stuprare la terra,dilapidare il cielo ed il respiro.12 agosto 2020

Ma sì, partiam

Tra caldo fastidioso e boom di temporali, ma sì, partiam,facciamoci del male.

Come una vela al vento

Al di qua

Questa è la vita, non solo la mia. Lui, se pur c’è, se ne tiene lontano. Il mondo c’è. E non è così strano se non per me che non l’amo abbastanza per giocare con lui nella sua stanza. Dove non c’è mai niente che sia vano se il cuore non si arrende alla speranzaContinua a leggere “Al di qua”

Amo l’estate che non è più estate (00:52)

Amo l’estate che non è più estate, l’ombra vasta di un pino secolare, l’azzurro cupo nell’acqua tranquilla di una grotta nascosta in riva al mare. il pianto di una tortora al mattino, una pace improvvisa di cicale, il ciabattare allegro di un bambino con il secchiello in mano verso il mare. Al tramonto i bagnantiContinua a leggere “Amo l’estate che non è più estate (00:52)”

Passato presente

Al ricordo m’incanto di quelle notti magiche d’estate che la brezza di monte anticipava col cessare improvviso del frastuono delle cicale. Giungeva in quel silenzio il parlottio sommesso dei vicini dai casolari intorno. Nel tramonto rosato che illuminava i volti e le facciate le rondini posavano sui fili invitando al riposo e all’allegria. A cenaContinua a leggere “Passato presente”

Chi ha creato Dio

***Roma, 11 maggio 2020 – “L’io, ha scritto ieri Scalfari sul quotidiano La Repubblica, crea Dio e ne è a sua volta creato”. Temo di non essere d’accordo. Penso che questo Io inteso come una monade sia poco più che un’illusione della coscienza. Piuttosto è il noi che vive in ogni persona da prima dellaContinua a leggere “Chi ha creato Dio”