Il colore dei sogni*

Malinconia di un sogno derubato
dal risveglio di un’alba pellegrina
che viene e va, timbrando il cartellino
al brusco ingresso d’ogni mia mattina.
Aprendo gli occhi ancora mi domando
se quella trama oscura e sibillina
sia solo un sogno o io stia ricordando.
Forse era l’inizio di un amore
un’avventura gialla oppure rosa,
ma tanto i sogni non hanno colore.
Grazie a loro la mente si riposa
dalla sequenza logica del tempo
e dalla pia illusione di ogni cosa.

La ballata del cra cra

Piegati giunco che passa la piena*, diceva un vecchio giunco a un compagno che aveva ancora diritta la schiena.(2 volte) Lui, di rimando: ma questo è uno stagno, piene che passano io non ne vedo, solo ranocchie che cantano in bagno (2 volte) innamorate di un pezzo di legno che eleggerebbero loro sovrano e nonContinua a leggere “La ballata del cra cra”

Le cose come sono

Non saprai mai “le cose come sono” senza una fede, ma la fede è un dono che per natura han gli esseri viventi, ragion per cui siamo tutti credenti. Che sia rivelazione o una dottrina crederai a cose raccontate prima. Con il conforto di una liturgia ti affideranno ad una teologia. Di una dottrina siContinua a leggere “Le cose come sono”

Quanto siete?

(il gioco) D. Quanto siete?S. Lei vuole dire “quanti”, quanti siamo.D. No, voglio proprio dire “quanto siete”, quanto avete investito e incasserete. Insomma, sul Dow Jones quanto contate?S. Si può contare fino all’infinito.D. Ma lei lo sa che non è mai esistito. Conta se conti molto o conti poco, e chi non conta è sempreContinua a leggere “Quanto siete?”

Frattura costale

Debole Adamo respirando appena/ cercava l’aria dalla costa rotta*/ quando vide la donna così ghiotta/ del frutto che annunciava la sua pena/ che volle poi gustarne alla sua volta/ ponendo fine ad una vita amena./Così dovrà dar prova di pazienza/chi vuol “seguir virtute e canoscenza”/perché se non sopporta l’ignoranza/sarà pregato di cambiare stanza. *30 agostoContinua a leggere “Frattura costale”