Cannabis: sì al referendum

***di Massimo Marnetto, 13 settembre 2021 – Mai fatta una “canna”, ma ho firmato il referendum per la depenalizzazione dell’uso, la vendita legale e la coltivazione di cannabis. Come hanno fatto già 100 mila persone, perché il consumo di questa droga leggera è ancora punito con pene che arrivano a 6 anni di carcere. Sanzioni assurde, che intasano giustizia e carceri con migliaia di casi. Inoltre, questa legalizzazione taglierebbe introiti ingenti alle mafie, per spostarli nelle casse dello Stato e faciliterebbe la disponibilità di cannabis per chi ne fa un uso terapeutico.

Nel metodo, questo referendum – con la raccolta digitale di firme (dopo l’esordio sull’eutanasia) – rinforza la costruzione di un nuovo consenso liquido digitale. Che non si solidificherà più nell’adesione ad un partito, ma irrigherà singole iniziative politiche trasversali.

Articoli recenti:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: