Avvoltoi e spacciatori di bugie sul coronavirus a inquinare i social

di Ennio Remondino, da Remocontro, 20 luglio 2021

Sono 12 i profili social responsabili del 65 per cento della disinformazione sui vaccini in lingua inglese. Lo rivela il dossier del Center for Countering Digital Hate. Tra loro un Kennedy, il guru della medicina alternativa Mercola, ex istruttori di body building e osteopati, segnala Anna Lombardi su Repubblica. No-vax, antimascherine, negazionisti del Covid: la galassia complottista europea in piazza, schierata politicamente a destra. 
Secondo lo storico della medicina Andrea Grignolio, su Avvenire: «Il meccanismo psicologico dei no vax è sempre quello: non potendo dimostrare effetti avversi nel presente rimandano al futuro, cioè ad un tempo indimostrabile. Questo è un classico delle bufale no vax».
Boris e l’isola degli irresponsabili e la No Vax amata da Trump cacciata dall’Australia.

‘Influencer’ criminali nel labirinto delle rete

«Una “sporca dozzina di influencer” è responsabile del 65 per cento della disinformazione sui vaccini in lingua inglese condivisa sui social. Lo dice il dossier pubblicato a marzo dal Center for Countering Digital Hate, drammaticamente tornato attuale nell’America dove la campagna vaccinale ormai stenta – le dosi non mancano, ma si è riusciti a immunizzare totalmente solo il 49 per cento della popolazione – e la variante Delta fa schizzare del 400 per cento i positivi negli Stati più scettici. E infatti si torna a puntare il dito sui propagatori di fake news. I 12, insieme ai social che non li silenziano: permettendogli di raggiungere, sfruttando i labirinti della rete, ben 58 milioni di utenti».

Non per credulità ma per soldi

«Complice pure un giro d’affari che vale un miliardo l’anno», sottolinea Anna Lombardi. Basta mettere assieme quanto le piattaforme guadagnano grazie a chi vuol farsi pubblicità fra quel pubblico e quanto spendono gli stessi No Vax per avere più visibilità. Brutti, sporchi e interessanti, tanto che il presidente Biden li ha accusati di complicità, tra omicidio e strage. Chi se prima o poi non ci sarà anche qualche giudice ad affrontare il problema.
Biden: «La disinformazione da voi diffusa uccide». Il virologo Anthony Fauci: «Se anni fa fossero circolate le false informazioni di oggi, avremmo ancora vaiolo e poliomielite».

L’erede del disonore

Il volto più noto dei dodici è Robert F. Kennedy Jr, nipote dell’ex presidente Jfk, assassinato nel 1963. «Il cognome gli ha prima permesso d’imporsi come autorevole ambientalista, poi di pubblicare con successo il libro ‘Thimerosal: Let the Science Speak’ dove espone la tesi ampiamente contestata dagli studiosi secondo cui nei vaccini c’è un composto mercuriale, il thimerosal, capace di alterare lo sviluppo neurologico dei minori provocando l’autismo»

Tutte balle, ma col Covid ha addirittura estremizzato le sue posizioni, diffondendo assurdità su 5G e Bill Gates.

Medicina alternativa a soldi antichi

«C’è poi il guru della medicina alternativa Joseph Mercola, autore di bestseller venduti anche in Italia, a capo di un giro d’affari da 100 milioni di dollari basato sulla vendita di integratori alimentari spacciati ora pure come cura anti-Covid». La Food and Drug Administration gli ha intimato d’interromperne la pubblicità bugiarda ma lui è un trumpiano che non si ferma, altre ad essere un interessato finanziatore delle organizzazioni No Vax.
Oppure i Bollinger, Ty e la moglie Charlene, ex istruttori di body building che avrebbero inventato la cura miracolosa contro il cancro. E sulla vita dei creduloni hanno costruito un impero vendendo preparati anti- cancro, spacciati come alternativa alla chemioterapia. E ora sostengono di avere pure una cura per il Covid. 

«Impegnati politicamente, finanziano Donald Trump e i cospirazionisti di QAnon».

Osteopati, naturopati e contaballe

Molti No Vax più influenti o noti sono osteopati e naturopati, terapie diverse tutte simili sul fronte delle fandonie. La veterana è Sherri Tenpenny, nemica dei vaccini fin dal 1986, ma l’elenco di Anna Lombardi punta all’attualità Covid. Rashid Butter è un sostenitore della “terapia chelante”, a base di composti capaci di legarsi a metalli pesanti, spacciata come cura universale. Erin Elizabeth (fra le poche bannate, escluse da Facebook) ha sparso il falso mito dell’infertilità provocata dal siero. Sayer Ji è il fondatore di un portale di medicina alternativa. Christiane Nortrup sostiene che fare pilates permette di non ammalarsi. Ben Tapper è un chiropratico. E Judy Mikovits è la screditata autrice di uno studio sulla fatica cronica, protagonista del video virale Pandemic, dove sostiene la tesi del virus scatenato per profitto».

L’autismo razziale

«A prendere di mira la comunità afroamericana ci pensa invece Rizza Islam, esponente di quella Nation of Islam di cui fecero brevemente parte pure Malcom X e Mohammed Alì, oggi considerata “organizzazione di odio” per i pregiudizi razziali teorizzati. Secondo Rizza (e un altro influencer Kevin Jenkins) il vaccino diffonde l’autismo fra i neri».

Ciarlatani, avventurieri, imprenditori dell’ignoranza, affamati di denaro. Eccola la “sporca dozzina” che si cela dietro le paure di molti

Ma torniamo allo storico della medicina

Andrea Grignolio, su Avvenire, costretto a inseguire e contrastare bufale sempre meno innocenti. Quali altre bufale l’hanno colpita? «Bella la battuta di chi si fa fotografare poco dopo la puntura e dice: “Ora il mio cellulare prende meglio”, alludendo al fatto che il vaccino contenga un nanochip 5G, che sarà in grado di controllarci». Ma anche le battute possono far breccia negli sprovveduti e diventare “realtà”. «Eppure anche questa idea è ciclica, penso alle critiche della vaccinazione antivaiolosa nell’Inghilterra dell’’800 dove ci si scagliava contro lo Stato che inoculava qualcosa di sconosciuto nel corpo dei cittadini. Oggi questa idea viene integrata dalle teorie complottiste e cospirative attraverso i social».

I militanti no vax e la confusione nel mondo

«Si comportano come un esercito. Promuovono le fake news e specifici sottogruppi le rilanciano in modo marziale. Sono gerarchici, si distribuiscono a grappolo. La loro è una comunicazione internazionale pervasiva ed efficiente». Intanto in diverse parti del mondo dove i demonizzati vaccini o non arrivano o sono in grave ritardo, la moria continua.
Il 19 luglio, nel mondo, 190.429.074 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.089.084 i decessi. Ad oggi, oltre 3,63 miliardi le dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Ieri è stato anche il giorno del sorpasso: nella Ue più vaccinati che negli Usa. Intanto si sta sviluppando una nuova variante del Coronavirus, denominata Epsilon, che può far ammalare chi è vaccinato o già guarito dal virus.

Boris sull’isola degli irresponsabili

«Covid e vaccini, il Regno Unito passa dal “freedom day” al “caos day”», titola il Foglio, di fronte alle molte manifestazioni britanniche di chi, oltre alla liberazione della mascherina invocava anche quella dei vaccini, e molti altri che alla polizia che li controllava chiedevano di arrestare Baris Johnson per irresponsabilità conclamata e cronica. Intanto, senza mascherine e senza distanziamento, e Variante Delta corre incontrastata. E ora il governo deve ammettere: «il 60% delle persone ricoverate in ospedale non è vaccinato».
E gli scienziati UK prevedono che nelle prossime settimane verranno registrati “inevitabilmente” 100 mila contagi – saranno 200 mila nella peggiore delle ipotesi – e mille ospedalizzazioni giornaliere.

No Vax britannica espulsa dall’Australia

La controversa commentatrice britannica Katie Hopkins sarà espulsa dall’Australia per aver preso in giro la quarantena e deriso il lockdown anti-Covid in vigore. Hopkins, nota sui social per le sue frasi razziste e discriminatorie, era arrivata nel Paese per partecipare al reality televisivo Grande Fratello Australia. Nel frattempo l’opinionista, una delle preferite dell’ex presidente americano Donald Trump che l’ha ritwittata in diverse occasioni, era stata cacciata persino dal reality.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: