Uomini e donne, femmine e maschi

Ho sempre sentito una fortissima attrazione, propensione verso le relazioni in generale e verso le relazioni con le donne in particolare. Allo stesso tempo ho sempre avvertito una forte resistenza a chiudermi in un’unica relazione, del tipo “due cuori e una capanna”. O, meglio, ne sono anche stato tentato. Ho conosciuto, quindi, l’istinto a ricercareContinua a leggere “Uomini e donne, femmine e maschi”

Bertrand Russell e le religioni

In “Perché non sono cristiano” Bertrand Russell afferma: “… non solo intellettualmente la religione è dannosa, ma anche moralmente, perché la sua etica non contribuisce alla felicità.” Non sono d’accordo con una tale presa di posizione; o, meglio, sono d’accordo solo in parte con essa; perché questo giudizio di Russell mi sembra esagerato, unilaterale, eccessivamenteContinua a leggere “Bertrand Russell e le religioni”

Trascendenza ontologica e trascendenza logica

Credo che si possa e si debba parlare di due tipi di trascendenza: una trascendenza logica-gnoseologica e una trascendenza ontologica-metafisica, che hanno due diverse nature. L’idea di “cavallo” o quella di “uomo” L’idea di “cavallo”, ad esempio, o quella di “uomo” fanno parte del primo tipo di trascendenza, perché indubbiamente non si risolvono, esauriscono neiContinua a leggere “Trascendenza ontologica e trascendenza logica”

L’uomo animale razionale e quindi politico

Tra le definizioni che Aristotele dà dell’uomo – “zoon politikòn” (animale politico) e “zoon logon èchon” (animale razionale) quella che io ritengo prioritaria in ordine di importanza, nel senso che è la condizione dell’altra, è per me la seconda. Anche gli altri animali, infatti, a loro modo sono esseri sociali, abituati come sono a vivereContinua a leggere “L’uomo animale razionale e quindi politico”

Il narcisista e l’egocentrico

Quelle del narcisista e dell’egocentrico sono due figure psicologiche per certi aspetti affini (entrambe sostanzialmente asociali, in certi casi persino odiose), ma per altri aspetti, invece, diverse, distinte. Il narcisista si compiace di sé Il narcisista è colui che si piace così com’è, che è appagato dalla sua immagine, che si compiace dunque permanentemente diContinua a leggere “Il narcisista e l’egocentrico”

Anima e corpo

Di certo ciò che gli uomini – da quando è nata la filosofia – chiamano “anima” o “psiche” non è una realtà distinta, scissa o anche solo scindibile dal soma, dal corpo. Ciò che chiamiamo “anima” o “psiche” o (con un termine ancora più vicino alle religioni) “spirito” è solo concettualmente, ma non ontologicamente, separabile,Continua a leggere “Anima e corpo”

Semplicità e semplicismo

Credo che occorra essere molto rigorosi e netti nel fare questa distinzione: una cosa è la semplicità, altra cosa è il semplicismo. E che occorra perseguire (con costanza, con metodo, con tenacia) la semplicità come stile di vita. Ma che sia necessario allo stesso tempo fuggire (con uguale costanza, tenacia e metodo) il semplicismo. LaContinua a leggere “Semplicità e semplicismo”