Per la politica le due fiducie votate in giornata, quella con l’Aula affollata e quella che ha visto le opposizioni non partecipare al voto, vengono raccontate ma non spiegate più di tanto. Quello che potrà poi accadere lunedì notte per la votazione finale rimane un’incognita. Solo TgLa7 e Tg2 spiegano che con ogni probabilità le opposizioni non chiederanno il voto segreto per l’ultimo atto dell’Italicum per non rischiare di veder crescere i voti per il governo. Per avere qualche lume sulla riorganizzazione delle truppe sgominate dalla fiducia, l’unica fonte sono i siti dei quotidiani d’informazione.
Il Nepal è sempre molto presente, e finalmente le immagini proposte non sono solo quelle dei circuiti internazionali.
A Tg4 ci hanno preso gusto. La guerriglia a Baltimora (che ritorna anche sui Tg Rai) fa produrre al direttore Mario Giordano un editoriale che inneggia ancora una volta (come 2 giorni fa aveva fatto Feltri) alla mamma che schiaffeggia il figlio violento. L’interrogativo è decisivo: perché non fanno lo stesso le mamme italiane?
Nel giorno dell’addio alla direzione de Il Corriere, le dure parole utilizzate da De Bortoli sulla recente e meno recente classe politica del Paese e, in particolar modo su Renzi, “maleducato di talento”, sono commentate da Tg5 e TgLa7.
Segnaliamo infine la decisione di Tg2 di chiudere l’edizione serale con un riassunto di un minuto delle principali notizie: i titoli di coda che,in una logica di servizio, non sono affatto una brutta idea.